Addobbi natalizi e i trend per il prossimo Natale: la parola d’ordine è sostenibilità

Addobbi natalizi e i trend per il prossimo Natale la parola d'ordine è sostenibilità

Prepara il tuo spirito natalizio

Natale è quel periodo dell’anno in cui l’atmosfera diventa magica ed accogliente, la casa si riempie di persone e si gustano pietanze e dolci tipici del periodo.
Ma come rendere l’atmosfera incantata? Bisogna, innanzitutto, essere predisposti d’animo: attendere e vivere i momenti natalizi come fanno i più piccoli, quando si stupiscono guardando il gioco di luci sull’albero o il movimento della fiamma della candela e gioiscono ricevendo il regalo chiesto nella letterina o abbracciano (un parente travestito da) Babbo Natale. Una volta che è pronto spirito è arrivato il momento di pensare a decorare ogni stanza della casa, magari mentre ci si lascia trasportare dai “Christmas Carols” più famosi.
La tradizione religiosa vuole che si inizi a rendere natalizio l’ambiente casalingo a partire dall’8 Dicembre, giorno dell’Immacolata Concezione, ma con l’odierna frenesia della vita lavorativa e familiare si tirano fuori le decorazioni quando si è più liberi, prima o dopo tale data.
Non è importante quando si inizia ad addobbare, ma come lo si fa. Le tendenze di quest’anno confermano che non è necessario spendere un patrimonio per addobbare la casa, ma lo si può fare con un costo pari allo zero (o quasi) e con tanta creatività.

Materiali green e da riciclo

Si stima che questo Natale sempre più persone sceglieranno decorazioni fai da te, nel rispetto dell’ecosostenibilità, utilizzando materiali naturali e materiali di riciclo.
Tra i materiali green più adatti a tale utilizzo vi sono frutta secca, pigne e agrumi lasciati essiccare, cioccolatini e biscotti da utilizzare come segnaposto o da appendere all’albero. E ancora, incollando insieme e colorando diversi formati di pasta rimanente in dispensa si possono creare delle insolite palle per l’albero e con rametti secchi raccolti durante una passeggiata al parco si possono realizzare ghirlande o centrotavola porta-candele.
Tra i tanti oggetti di materiale a cui si sceglie di regalare una seconda vita, invece di farli finire subito in discarica, vi sono barattoli e bottiglie di vetro, rotoli di carta igienica, tappi di sughero, bottoni e tanto altro. Ad esempio, con i barattolini in vetro si possono realizzare dei porta-candele e con bottiglie trasparenti di vetro dei centrotavola mettendovi all’interno una serie di lucine. Se abbiamo dei vecchi cd che non usiamo più possiamo incastrarli insieme per creare una sfera luminosa da appendere al soffitto o tagliarli a pezzi piccoli per attaccarli su palline in polistirolo da appendere all’albero. Molteplici tipologie di ghirlande, segnaposti e centrotavola si possono realizzare assemblando insieme tappi di sughero o rotoli di carta igienica. Si possono decorare, invece, palline di polistirolo o vecchie palline scolorite con bottoni colorati e pezzi di plastica tagliati in diverse forme.
Insomma, in casa abbiamo diversi materiali che ci possono tornare utili per addobbarla durante il periodo natalizio, con un occhio alla natura e al risparmio.

Il villaggio di Babbo Natale

Per gli amanti del dettaglio e della precisione, il trend comunica che sono in aumento richieste per i pezzi da collezione per costruire o espandere il proprio villaggio natalizio. A tal proposito, potete trovare tantissimi nuovi accessori, considerate anche come valide idee regalo, per il villaggio quali seggiovie e funivie, trenini e mongolfiere firmati Lemax sul sito https://www.babiloniashop.it.
Noterete un’estrema precisione nei movimenti, una massima accuratezza dei dettagli ed una straordinaria ricercatezza dei materiali utilizzati. Inoltre, rimanendo sul tema dell’ecosostenibilità, i pezzi da collezione Lemax sono tutti a basso consumo energetico. Insomma, cosa aspetti ad arricchire il tuo villaggio natalizio per decorare la sua casa? Visita il sito.

Articoli consigliati