Prodotti in salamoia: garanzia di durata e gusto

Prodotti in salamoia: garanzia di durata e gusto

La conservazione in salamoia è una tecnica antichissima per mantenere il cibo buono e a lungo. Carne, pesce, frutti di mare, verdure e cereali possono essere così conservati per mesi senza perdere molto delle loro proprietà nutritive e insaporendo i cibi. La tecnica della conservazione in salamoia, umida o secca, viene oggi applicata nell’industria alimentare per conservare una miriade di prodotti di largo consumo. L’impiego di macchinari ad alta tecnologia permette così alle aziende di fornire al consumatore un cibo pronto di qualità e a prezzi contenuti.

Come conservare i cibi in salamoia

Esistono diversi metodi per conservare in salamoia i cibi. La stagionatura consente di mantenere i prodotti sotto sale, la cosiddetta “salamoia a secco”, come nel caso di salumi, alici, stoccafisso o merluzzo. La salamoia umida è un processo di conservazione dei prodotti che prevede l’utilizzo di acqua e sale. Il sale si dissolve nell’acqua e viene assorbito dagli alimenti che subiranno un processo di assorbimento dell’acqua salata e tenderanno a ingrossarsi. Questo processo garantirà un prodotto più tenero e saporito.

Alla salamoia umida si possono aggiungere anche spezie, erbe o altri alimenti come alloro, peperoni, zenzero, miele, salsa di soia dolce o zucchero per insaporire ulteriormente i cibi conservati. Proprio lo zucchero ha il vantaggio di dare alla carne una migliore doratura.

Trattamento industriale dei cibi in salamoia

I processi industriali consentono di trattare in salamoia molti più prodotti e di garantire la conservazione e il gusto. Tutto viene effettuato attraverso dei processi di lavorazione effettuati da macchinari tecnologicamente avanzati, che amplificano la semplice conservazione con una lavorazione finalizzata a un prodotto che garantisce durata e sapore.
A livello industriale, le macchine impiegate dalle aziende per trattare i prodotti con la salamoia forniscono un processo di massaggio, intenerimento e zangolatura dei prodotti lavorati.

Prendiamo il processo di lavorazione di una massaggiatrice dell’azienda Nowicki, leader nel settore delle macchine industriali per alimenti. Questa macchina viene usata per il massaggio e la miscelazione di pezzi delicati di carne, pesce, frutti di mare, verdure e cereali. Il prodotto intero che deve essere sottoposto al processo di conservazione, viene immerso nella salamoia contenuta nella cisterna della macchina e viene massaggiato delicatamente attraverso dei bracci raschiatori. In questo modo, si possono lavorare prodotti come prosciutto, lombo e spalla ma anche pezzi delicati, come elementi di pollame o componenti per ripieni, senza danneggiare neppure piccoli pezzi del prodotto lavorato.

La carne in salamoia più morbida e saporita

Per quanto riguarda le macchine inteneritrici, la funzione di queste macchine è quella di ammorbidire i muscoli della carne e aumentare la superficie di assorbimento della salamoia. Attraverso questo processo, aumenta la superficie esposta alla salamoia e viene favorita una migliore penetrazione nella carne. In questo modo ci sarà un risultato più soddisfacente in termini di sapore della carne trattata.

Di questo macchinario esistono due tipi: inteneritrici a rulli e a lame multiple. Nella prima tipologia di lavorazione,la carne viene intenerita dalla pressione di un sistema multirullo a potenza regolabile. Nel secondo caso, invece, le teste dei rulli sono dotate di una serie di coltelli che ruotano e ammorbidiscono la carne, tagliando anche i tessuti duri e i tendini. Il risultato sarà un prodotto finale più morbido e saporito, in quanto la distensione delle fibre muscolari della carne permette di ridurre la perdita di acqua durante la cottura.

Questo processo di intenerimento della carne risulta molto conveniente e utile alle aziende produttrici in quanto gli permette di risparmiare tempo e macchinari di lavorazione. Infatti, questi trattatamenti con macchine inteneritrici permettono ai prodotti, come i prosciutti, di passare direttamente al processo di zangolatura, consistente nell’ulteriore insaporimento del prodotto e fissaggio della salamoia, senza sottoporlo a quello di siringatura.

Prodotti in salamoia: durata e gusto garantiti

In questo modo le aziende produttrici di prodotti alimentari come verdure, legumi, olive, carni, pesce e frutti di mare riescono a fornire il mercato di alimenti dalla massima resa, durata e gusto.

Articoli consigliati