Moka, del bar o delle macchinette a capsule: qual è il miglior caffè?

Moka, del bar o delle macchinette a capsule: qual è il miglior caffè?

Dal classico caffè del bar alla moka, passando per le più moderne macchine del caffè a capsule e cialde, esistono tanti modi diversi  per preparare un buon caffè.

A questo riguardo molte persone si chiedono quale sia la migliore tra le varie opzioni citate: se è vero infatti che prendere il caffè al bar è ancora un piacere irrinunciabile, è altrettanto possibile prepararsi una tazzina di caffè espresso gustoso e cremoso anche tra le mura domestiche.

Per stabilire quale sia il caffè migliore (o almeno provarci) è quindi necessario fare alcune considerazioni, che riguardano alcuni fattori essenziali come qualità della bevanda e metodo di preparazione.

Caffè con moka, al bar o delle macchinette a capsule: come si prepara

Come confermato dalla ricerca di YouGov, il caffè è una delle bevande più consumate in tutta Italia.

Prenderne uno, ad esempio appena svegliati, a metà giornata o dopo pranzo, rappresenta un vero e proprio rito che in molti amano fare da soli o in compagnia.

Un dubbio che riguarda tanti consumatori è quale possa essere il caffè migliore, ma tenuto conto del metodo di preparazione.

In linea generale quello fatto con la moka comporta l’alterazione delle caratteristiche del caffè rispetto a ciò che avviene con una macchina professionale. La caldaia presente nella parte inferiore e in cui deve essere inserita l’acqua, infatti, non raggiunge un’elevata pressione. Grazie al calore sprigionato dal fornello l’acqua si trasforma in vapore e risale nella zona superiore della caffettiera insieme al caffè.

La questione cambia con il caffè espresso che viene ordinato al bar, realizzato grazie all’apposita macchina che sfrutta il processo di percolazione. Più nello specifico, le macchine per uso professionale che sono presenti al bar integrano una caldaia in grado di mantenere la pressione e la temperatura dell’acqua a livelli stabili. Tutto ciò consente di ottenere un espresso impeccabile, dal gusto intenso e senza che vengano alterate le caratteristiche organolettiche, le quali restano sempre le stesse per ogni tazzina.

Per quanto riguarda il caffè che si prepara con le macchinette compatibili con le capsule, in questo caso si potrà contare sulla massima praticità, oltre che su una bevanda cremosa e profumata che conquista anche i palati più esigenti. La macchina riesce a perforare la capsula, mentre l’acqua calda, portata alla giusta pressione e alla corretta temperatura, eroga il caffè in pochi secondi. Alla fine la capsula esausta cadrà in automatico nell’apposito contenitore. Il tutto avviene senza sporcare ed evitando che la polvere di caffè possa cadere sul piano di lavoro.

Caffè con moka, al bar o delle macchinette a capsule

Quando si parla con gli amici su quale possa essere il miglior caffè di certo ognuno ha i suoi gusti. Una cosa è certa, bere l’espresso al bar o preparato con le macchinette a capsule vuol dire gustare una bevanda che ha sempre lo stesso gusto e la medesima consistenza.

La moka, anche se per molti rappresenta un simbolo italiano, a prescindere dalla miscela che viene selezionata, richiede sempre massima attenzione. Bisogna infatti rispettare correttamente tutti i passaggi della preparazione (come ben spiegati in questo video) e tenere sotto controllo la giusta quantità di caffè e la quantità di sostanza che viene estratta. Quest’ultima a volte è ottima, ma altre potrebbe essere amara e persino annacquata.

Purtroppo non esistono regole valide in assoluto per realizzare un caffè con la moka sempre piacevole. Dal punto di vista della qualità di ciò che si ottiene, è bene far presente che il caffè con la moka racchiude più elevate concentrazioni di caffeina rispetto a ciò che avviene con una macchina a leva o a capsule. Al fine di prevenire effetti indesiderati, è bene non eccedere con la quantità di polvere da inserire nel filtro e il numero di tazze che vengono bevute durante il giorno.

Altre cose da sapere sul caffè con la moka, del bar o delle macchinette a capsule

Alla luce di quanto spiegato il caffè che viene estratto con la moka è molto differente da quello che si ottiene con una macchina professionale e a capsule. Quello che influisce sul risultato finale è la struttura degli strumenti.

La macchina professionale integra la caldaia che riesce a mantenere la temperatura dell’acqua e la pressione costanti. Anche la macchina a capsule può realizzare un ottimo caffè senza modificare le qualità organolettiche e in pochissimo tempo. Tutto ciò non può essere mai ottenuto con la moka, la quale a volte eroga bevande bruciate e per nulla gradevoli al palato.

Le macchine a capsule sono semplici da usare, perfette per chi va sempre di corsa e non ha tempo di attendere la preparazione classica con la moka.

In questo caso, di particolare importanza è la scelta della marca della macchina da caffè: non tutti i sistemi sono infatti uguali, per esempio ci sono delle differenze tra le capsule Nespresso e quelle per Nescafè Dolce Gusto, e ciò è senza dubbio il primo fattore che influisce sul caffè che verrà preparato.

Le capsule a cialde si possono acquistare anche nella versione compatibile, aspetto che consente di risparmiare nel medio e lungo termine.

Il risultato sarà un espresso dal sapore molto simile a quello che viene consumato nei migliori bar, da consumare comodamente a casa. La preparazione è alla portata di tutti, quindi non occorrono particolari abilità tecniche. Una volta servita la bevanda anche la cucina resterà in perfetto ordine, perché non bisogna pulire eventuali schizzi, macchie o rimuovere tracce di polvere come avviene con la moka.

In conclusione

Come abbiamo visto la bontà di un caffè è legata a tante variabili, prima fra tutte la tipologia di preparazione: con la macchina del bar e quelle a capsule si avrà un caffè tendenzialmente più cremoso e sempre uguale, mentre prepararlo con la moka è più vicino ad un’arte per quanto riguarda dosaggio, tecnica e tempistiche.

In ogni caso, altrettanto importante è la scelta della giusta materia prima, che gioca un ruolo determinante sia per la miscela che per la capsula. Il consiglio è quello di non ripiegare su prodotti scadenti oppure di farsi guidare solo dal fattore prezzo.

In particolare per le macchine del caffè da casa, attualmente in commercio esistono diverse cialde e capsule tutte da provare, grazie alle quali ottenere un gusto quasi identico a quello del bar, quindi con quella cremosità e intensità che lo contraddistinguono.

Articoli consigliati